Secondo una precisazione dell’Agenzia delle Entrate e ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7, comma 1, lett. b), della L. 488/1999, è possibile applicare l’IVA al 10% agli interventi di recupero del patrimonio edilizio a prevalente destinazione abitativa privata, anche se si tratta di semplice manutenzione ordinaria o straordinaria.